campe logo

u-B3N: low efficiency, single driver Transmission Line loudspeaker


Si tratta di un diffusore monovia a bassa efficienza in linea di trasmissione, basato sul driver B3N della Hi-Vi .

Genesi e Requisiti

L'idea iniziale nasce dalla volontà di realizzare un piccolo impianto hi-fi per l'uso quotidiano in ufficio durante il lavoro; vengono richiesti: Il resto dell'impianto è composto da un T-Amp e da un lettore di CD di recupero "informatico" (no MP3, please!), unitamente ad un alimentatore stabilizzato che fornisce +5V e + 12V.

Architettura

"Ovviamente" la soluzione più semplice resta quella del largabanda; tra gli altoparlanti più promettenti (basso costo e alte prestazioni - motivo il primo per ecludere il più pregiato FE83E ..) hanno attratto la mia attenzione il Tangband W3S481 e lo Hi-Vi B3N; in particolare quest'ultimo, da indagini internet, sembrava possedere minor distorsione (e costava pure qualcosa di meno ...), pur avendo efficienza un po più bassa. Si tratta di un banda estesa (Fs=90Hz) con Qts molto alto, non adatto all'uso in bass reflex.

Avevo poi giacente in garage un foglio di multistrato di mogano marino (115x73 cm), e mi sono detto che poteva essere l'occasione per provare una piccola linea di trasmissione. Questo tipo di carico acustico, infatti, se correttamente dimensionato consente di estendere la risposta alle basse frequenze, limitando al contempo l'escursione della membrana (e allontanando fenomeni di distorsione quando si richiedono SPL più alte).

Sviluppo del progetto

Le dimensioni della cassa sono state scelte ... in modo da utilizzare tutto il foglio di legno disponibile !!

Il carico acustico è stato in realtà simulato con i fogli MathCAD di M.King (vedi http://www.quarter-wave.com/); dopo diverse ipotesi di lunghezza e volume della linea mi sono fermato a questa simulazione, corrispondente ad una Linea di Trasmissione a sezione decrescente ("tapered") e lunghezza totale di 126cm, riempita di dacron (fibra di poliestere) nei primi due tratti:


SPL


escursione cono


Modulo Impedenza

corrispondente al disegno del cabinet sotto riportato.


Realizzazione

Materiale utilizzato: multistrato di mogano marino spess. 16 mm per tutte le pareti, esclusa quella posteriore e due dei tramezzi interni, realizzati in MDF.

I tagli dritti sono "regalati" dal bricocenter dove ho acquistato l'MDF mancante, quelli rotondi sono stati eseguiti con il seghetto alternativo.

I pannelli sono stati incollati con adesivo vinilico, con alcune giunzioni riprese con l'applicazione di stucco da legno per essere sicuri dell'impermeabilità all'aria della cassa.

Prima dell'incollagio finale dei fianchi ho eseguito diverse prove con differenti configurazioni di riempimento della linea con il Dacron e anche solo con feltro, per valutare quale risultasse "meglio suonante". Per la cronaca le differenze non sono così sensibili, segno che l'attenuazione delle frequenze più alte avviene prevalentemente a causa delle curve della TL. Durante le prove la cassa è stata tenuta insieme con i morsetti utilizzati pr l'incollaggio.

Le casse sono state infine verniciate con impregnante trasparente.
Per il cablaggio interno ho usato della volgare piattina rosso-nera saldata direttamente ai terminali dell'altoparlante. Come morsetti ho usato dei dadi-bulloni ottonati.

Galleria Fotografica

Alcune immagini


test con feltro


test con Dacron


dettaglio interno: morsetti


dettaglio interno: altoparlante e svasatura pannello


lato posteriore con morsetti


frontale prima della verniciatura


Eresia ! prova comparativa ...


Eresia ! prova comparativa (2)...


In funzione in ufficio


"L'impianto" dell'ufficio ..

Verifica del Costo

Driver Hi-Vi: 24 Euro (IVA inclusa)

Legno MDF per tramezzi interni e parete posteriore (compreso di tagli "dritti"): 3 Euro (IVA inclusa, Leroy-Merlin)

Dacron: 2.20 Euro

Colla vinilica e Impregnante sintetico: avanzati ..

Tot: 29.20 Euro (IVA compresa)

Impressioni di Ascolto

In ambienti piccoli come il mio ufficio il risultato è a dir poco miracoloso ! A parte le esagerazioni, questi diffusori restituiscono un suono veramente eccellente con TUTTI i generi musicali:

Per la disposizione adottata in ufficio (praticamente contro la parete di fondo e appoggiate su un ripiano grosso modo ad altezza orecchio) E per la risposta in frequenza leggermente esaltatata sotto i 200 Hz (vedi grafico SPL) non è stato necessario inserire alcun circuito per la compensazione della diffrazione del pannello anteriore (BSC). Dati i livelli di ascolto non elevati, l'efficienza bassa non si fa sentire minimamente (raramente riesco a portare la manopola del volume del T-Amp oltre "ore 10").

Come per altri monovia che ho avuto modo di ascoltare (e/o costruire, vedi le H-206), l'effetto di realismo e di definizione del "palcoscenico" sonoro è particolarmente buono.

Chiaramente in ambienti più ampi la capacità di sviluppare le basse frequenze è molto più limitata (vedi foto delle prove comparative), se non per ascolto a distanza ravvicinata (minore di 2m); solo per questo motivo (e contrariando non poco mia moglie che ci contava parecchio !) non sono finite a tutti gli effetti nell'impianto di casa.

In conclusione si tratta di un progetto estremamente semplice e in grado di garantire un'ottima riproduzione in ambienti piccoli e/o in campo ravvicinato.

Galleria di realizzazioni di alcuni amici

Piermario (Torino)

Entusiasticamente battezzate "Sonus Suavis" ... utilizzano il driver Hi-Vi B3S (identico tranne la flangia).

La finitura esterna è quella suggerita da Davide di Audiocostruzioni, colorata di un bel tono di blu.

Un estratto dalla mail di accompagnamento delle foto: "Caro Francesco, come promesso ti invio le foto delle casse u-B3S, da me ribattezzate "Sonus Suavis I". E' la mia prima opera di falegnameria e di pecche ce ne sono tante, ma quello che mi interessa è che suonano proprio come tu hai detto nel tuo articolo. Per la finitura ho trovato geniale e adottato il sistema descritto da Davide Sbisa per le sue Apostropè: copre un sacco di magagne e l'effetto spugnato è molto divertente e non convenzionale. A rodaggio ormai concluso sono molto "innamorato" del loro suono. ... "

Fausto (Bologna)


back to Home Page
Per informazioni contattare:

ing. Francesco Campedelli
via Orsoni, 19 - San Lazzaro di Savena (BO)
posta elettronica:  f.campedelli_at_tiscali.it (sostituire _at_ con la @)


Copyright 2000-present: Francesco Campedelli (salvo dove diversamente indicato)
Creative Commons License
Tutto il materiale qui pubblicato ricade sotto una Licenza Creative Commons.
Nessuna delle informazioni qui riportate può essere usata a fini commerciali senza esplicita autorizzazione.

Ultimo aggiornamento: 12/10/2007